Giardinaggio Domande Trovano Risposta Da Giardinieri Esperti

Come coltivare le ortensie

Le ortensie sono selezioni comuni per i giardini grazie in gran parte alla loro radiosa bellezza e al fatto che puoi cambiare il colore delle loro fioriture alterando i livelli di pH del terreno.

Le ortensie sono selezioni comuni per i giardini grazie in gran parte alla loro radiosa bellezza e al fatto che puoi cambiare il colore delle loro fioriture alterando i livelli di pH del terreno.

Sebbene possano sembrare intimidatorie per un nuovo giardiniere, le ortensie sono abbastanza resistenti e tolleranti. Coltivarli è spesso gratificante, poiché i fiori che producono possono essere utilizzati per amplificare un giardino già bello o migliorarne uno sottile. I fiori possono anche essere portati all'interno per decorare lo spazio interno. Possono anche essere essiccati e trasformati in ornamenti che possono durare a lungo.

Le ortensie furono scoperte per la prima volta in Giappone per essere utilizzate come pianta ornamentale in un giardino. L'etimologia del nome "ortensia" deriva dal greco antico con "hudro / hydro" che significa acqua e "angeion" che significa nave.

Nei tempi moderni, vediamo ortensie in molti giardini a causa in gran parte della loro bellezza generale e della capacità di aggiungere densità e dettagli a qualsiasi giardino o cortile. Originario dell'Asia orientale e delle Americhe, l'arbusto è una pianta facile da coltivare e propagare. La cura adeguata di questa pianta fornirà molti anni di bellezza per uso esterno e interno.

Cosa rende speciali le ortensie?

Le ortensie sono caratterizzate dalle loro uniche, piccole e dense formazioni floreali chiamate corimbi, che crescono in grappoli sferici o semisferici. Le loro foglie sono relativamente larghe e semi-cerose. Possono variare dalla formazione di arbusti densi a gruppi sciolti a forme di alberi alti. Forse il più notevole, tuttavia, è il fatto che il colore dei loro fiori può essere modificato applicando additivi al terreno per aumentare o abbassare il livello di pH.

Un percorso giardino fiancheggiato da splendide ortensie blu.

Un percorso giardino fiancheggiato da splendide ortensie blu.

Quali specie dovresti coltivare?

È importante sapere quali ortensie desideri, poiché ci sono diverse caratteristiche e caratteristiche uniche per alcuni tipi selezionati di piante di ortensie e ogni tipo richiede una certa cura e manutenzione.

Hydrangea Arborescens (Annabelle)

Per un lungo periodo di tempo, Annabelle era il tipo standard di ortensia, in quanto era la più resistente e produceva anche le più grandi fioriture a grappolo. È comune coltivarlo come pianta da siepe, dal momento che può prendere una forte prugna e rimbalzare ancora. Fiorirà una volta all'anno senza fallo, ma produrrà solo fiori bianchi. (Il colore dei suoi fiori non può essere alterato cambiando il livello di pH del suolo.) L'unico vero difetto di questa specie è abbastanza ironico, poiché le preziose fioriture sono in realtà la sua più grande debolezza. Occasionalmente diventeranno così pesanti da appesantire l'arbusto, facendolo abbassare e possibilmente rovesciarsi.

Hydrangea Macrophylla Normalis (Lacecap)

Queste ortensie sono più sottili e meno dense, aggiungendo grazia e semplicità ai giardini. Sono identici alla varietà del mophead ma con una differenza: il fiore sboccia. Notare che le fioriture avvengono attorno a un gruppo di gemme ancora in fiore. La differenza tra i due è che le fioriture esterne della lacecap sono sterili mentre racchiudono il fertile grappolo di fioriture. Questa formazione di fiori è ciò che ha dato origine al suo nome, poiché il centro intricato è altamente dettagliato come il pizzo. Questa specie ha bisogno di ombra per fare bene.

Hydrangea Macrophylla (Mophead)

Questa è probabilmente la pianta di ortensia più popolare coltivata nei giardini ed è molto simile alla lacca. La caratteristica principale esclusiva di questa specie sono i suoi colori radianti, che si manifestano immediatamente su fioriture fresche. Ha anche bisogno di ombra per fare bene.

Ortensia Quercifolia (Foglia di quercia)

Questa specie di ortensia è chiamata foglia di quercia per le sue foglie sorprendentemente grandi, simili a quelle di una quercia. Queste ortensie possono tollerare molto più sole rispetto alla lacecap e al mophead. A causa del suo omonimo, questo albero ha qualcosa da guardare in ogni parte dell'anno, anche quando non fiorisce. Durante l'autunno, le ampie foglie di questa varietà si trasformeranno in una brillante tonalità rossa. Questa specie mostra anche fioriture bianche.

Paniculata all'ortensia (Panicled)

Questa specie di ortensia è una delle più grandi. Possono arrivare ovunque da 8 a 13 piedi di altezza. A differenza di mophead e lacecaps, questi avranno bisogno di un po 'di tempo con il sole diretto per fare bene. Questa è l'unica specie che può essere tagliata e formata in un albero, se lo si desidera. Sono molto indulgenti e possono essere potati in qualsiasi momento (tranne quando si stanno formando fioriture).

Foto delle diverse specie di ortensie

Fai clic sulla miniatura per visualizzare a schermo intero

Ortensia Annabelle

Lacecap ortensia

Ortensia Mophead

Ortensia foglia di quercia

Paniculata hydrangea (muro di pietra e gradini di pietra per riferimento)

Ortensia Annabelle

Ortensia Annabelle

Lacecap ortensia

Lacecap ortensia

Ortensia Mophead

Ortensia Mophead

Ortensia foglia di quercia

Ortensia foglia di quercia

Paniculata hydrangea (muro di pietra e gradini di pietra per riferimento)

Paniculata hydrangea (muro di pietra e gradini di pietra per riferimento)

Come si cambia il colore delle ortensie?

Le ortensie sono la striscia di pH naturale per il suolo. Visivamente, il colore del fiore è un'indicazione molto chiara dei livelli di pH del terreno. Questa capacità di manipolare i colori della sua fioritura è una parte importante del motivo per cui le ortensie sono diventate così popolari. Questo non è un processo durante la notte, tuttavia. Possono essere necessari mesi, se non anni, per condizionare il suolo e mantenere livelli di pH ottimali. Pertanto, molti giardinieri sono orgogliosi della loro capacità di cambiare il colore dell'arbusto a piacimento.

Sfortunatamente, non tutte le ortensie sono uguali. Tra le varie specie diverse, le ortensie di mophead e lacecap sono le uniche due a poter modificare il loro colore.

Come si ottiene il colore desiderato?

Le ortensie assorbono naturalmente l'alluminio e il colore delle loro fioriture rifletterà quanto è presente nel terreno. Modificando la quantità di alluminio nel terreno, puoi spingere la pianta verso lo sviluppo delle più ambite tonalità rosso / rosa. In alternativa, puoi aggiungere calce dolomitica al terreno per favorire lo sviluppo di fioriture più rosee avendo un livello di pH più basico.

Se vuoi più tonalità blu nelle tue fioriture, prova a mescolare lo zolfo del giardino per un livello di pH più acido. Se il viola è più il tuo stile, cerca di mantenere il livello di pH del suolo il più neutro possibile (circa 7,0).

Nota: Poiché questa pianta è così sensibile alle differenze di pH, anche l'acqua che viene utilizzata deve essere attentamente esaminata, in quanto può contenere minerali che possono eliminare i livelli di pH. Spesso è pratica comune raccogliere l'acqua piovana e usarla come mezzo di irrigazione preferito quando si innaffiano le ortensie.

Primi piani di diversi colori di ortensie

Fai clic sulla miniatura per visualizzare a schermo intero

Mazzo di fiori blu dell'ortensia

Mazzo di fiori viola dell'ortensia

Mazzo di fiori rosa dell'ortensia

Mazzo di fiori rosso dell'ortensia

Mazzo di fiori blu dell'ortensia

Mazzo di fiori blu dell'ortensia

Mazzo di fiori viola dell'ortensia

Mazzo di fiori viola dell'ortensia

Mazzo di fiori rosa dell'ortensia

Mazzo di fiori rosa dell'ortensia

Mazzo di fiori rosso dell'ortensia

Mazzo di fiori rosso dell'ortensia

Come incoraggiare i tuoi colori desiderati

pH

Colore

Additivo necessario per ottenere il colore

7.0 o versione successiva (di base)

Rosa

Calce dolomitica

7.0 o inferiore (acido)

Blu

Zolfo da giardino

7.0 Neutro

Viola

Un mix and match di entrambi per ottenere un pH del terreno equilibrato

Di quanta ombra ha bisogno?

È importante sapere quali specie di ortensie hai, perché l'ombra può svolgere un ruolo molto importante nella salute della pianta. Esistono specie che richiedono luce solare diretta per l'alimentazione, mentre altre necessitano di luce solare indiretta e molta ombra.

Quando si coltivano mophead e lacecaps, è importante trovare un'area in cui il sole penetra ancora, ma può fornire abbastanza ombra per proteggerlo dal ricevere sempre più di 30-60 minuti di esposizione diretta al sole al giorno. Questo non significa che dovresti piantare l'ortensia in completa ombra, però. Nessuna ortensia fa bene in piena ombra. Se poste in completa ombra, le ortensie svilupperanno in modo insufficiente i loro grappoli di fiori e probabilmente moriranno in pochi anni.

Nota: Le pergole possono essere utilizzate per fornire ombra a mophead e lacecaps e aiutare a proteggerli dalla luce solare diretta.

Questo diagramma mostra come piantare correttamente le tue ortensie.

Questo diagramma mostra come piantare correttamente le tue ortensie.

Come piantare ortensie

Il momento migliore per piantare ortensie è all'inizio dell'estate o alla fine dell'autunno. Trova un'area che consentirà alla pianta di crescere di almeno 4 'x 4', anche se alcuni potrebbero crescere un po 'più grandi. Scava una buca della stessa profondità della zolla in cui è entrata la pianta. L'attuale livello della superficie del suolo nel contenitore può servire da indicatore di dove seppellirlo nel terreno.

Prova il tuo drenaggio del suolo

Anche la composizione del suolo è importante. Non piantare nell'argilla, poiché mantiene una sovrabbondanza di acqua e può portare alla putrefazione delle radici che può uccidere le ortensie. Effettuare un test scavando un foro di 1 piede nel terreno dove verrà piantata detta ortensia. Riempi il buco con acqua e lascia che l'acqua rimanga. Se l'acqua scompare completamente entro 15 minuti, il terreno è abbastanza buono da piantare. Qualsiasi punto che richiede più di 30 minuti per drenare sarà troppo compatto e potrebbe danneggiare l'ortensia.

Quanto spesso dovresti innaffiare la tua pianta?

L'irrigazione dovrebbe essere fatta religiosamente indipendentemente dal fatto che la pianta sia in un contenitore o nel terreno. Per quanto robuste come queste piante, tuttavia, sono piuttosto esigenti quando si tratta di assunzione di acqua. Alle ortensie piace il terreno umido, ma non il terreno inzuppato. Se i loro fiori sono esposti al vento, al sole diretto o al calore, si asciugheranno considerevolmente. Per difendersi da ciò, la pianta stessa avrà bisogno di un bel po 'd'acqua.

Se possibile, installare un sistema di gocciolamento (invece di irrigazione ambientale), in modo che il terreno sia mantenuto umido. L'irrigazione ambientale può causare molti parassiti e malattie dalle foglie bagnate. I sistemi a goccia consumano anche meno acqua a lungo termine. Mantengono il terreno direttamente sotto la pianta umido, piuttosto che rimanere sulle foglie ed eventualmente evaporare.

È consigliabile annaffiare le piante una volta alla settimana in modo che l'acqua sia completamente assorbita da circa 9-10 pollici sotto la superficie del suolo. Durante periodi di notevole siccità, è consigliabile annaffiare due volte a settimana per garantire la massima umidità del suolo.

Si consiglia inoltre di applicare pacciamatura alla base dell'arbusto per garantire un'efficace ritenzione idrica. Tuttavia, l'applicazione del pacciame richiederà un programma di irrigazione adeguato per garantire che il terreno non si saturi e per prevenire il marciume radicale.

Raccogliere l'acqua piovana

Anche l'acqua che usi può influire sul livello di pH del tuo terreno. Quindi, se hai bisogno di acqua a pH neutro, considera di raccogliere l'acqua piovana e di usarla per irrigare le ortensie.

Stai esaurendo?

Per quanto sia importante assicurarsi che le tue piante siano ben irrigate, è anche importante essere alla ricerca di sintomi che potrebbero indicare che sei troppo acquoso.

Root Rot

Le radici visibili mostreranno segni di crescita di funghi e materia in decomposizione intorno alla base dell'albero dove sono esposte le radici. Se vedi qualche segno di questo, potrebbe essere consigliabile considerare di annaffiare meno frequentemente per dare alle tue radici la possibilità di recuperare.

Germogli diminuiti

I sistemi di radici danneggiati avranno un tributo complessivo sull'intero arbusto. Poiché non molti andrebbero a scavare nel terreno per esporre le radici, i germogli diminuiti sono una buona indicazione del fatto che l'arbusto non sta andando bene. I cluster minori equivalgono a meno fioriture.

Foglie gialle o defogliazione

Se il marciume radicale è evidente nei fiori, anche le foglie mostreranno un segno considerevole. Poiché ci sono stati alcuni danni alle radici, le foglie possono diventare gialle anziché la loro ricca tonalità verde scuro. La defogliazione è anche un segno di esaurimento.

Fai attenzione alla fertilizzazione

È importante sapere che solo perché una pianta sembra debole o potenzialmente in difficoltà non significa che il fertilizzante dovrebbe essere applicato su di essa. Generalmente dovresti concimare le ortensie solo una o due volte in estate e astenersi dal concimarle dopo l'estate.

Un taglio di ortensia che viene posto in acqua stabilirà le radici.

Un taglio di ortensia che viene posto in acqua stabilirà le radici.

Come clonare un'ortensia

Le ortensie possono attecchire molto facilmente dalle talee. Ciò significa che se dovessi tagliare un'ortensia e posizionarla nel terreno o nell'acqua, è probabile che sviluppi radici senza alcun incoraggiamento.

Quando vuoi prendere un taglio da un'ortensia, è meglio prendere uno stelo non fiorito. Taglia tutte le foglie tranne quattro e lascia circa 6 pollici dall'alto verso il basso. Immergere lo stelo nell'ormone radicale può migliorare notevolmente le possibilità di stabilire tale taglio.

Se ha successo, prendi il gambo e lascialo in un contenitore di terreno per un mese o due per stabilire le radici. Attendere fino alla stagione della semina, quindi posizionare l'intera pianta nel terreno. È meglio ottenere talee all'inizio dell'estate, quindi le nuove talee possono essere stabilite e maturare. Questo li aiuterà a sopravvivere meglio all'inverno. Man mano che ci vuole tempo per propagarsi, l'inizio dell'estate offre la migliore quantità di tempo per tentativi prima dell'arrivo del primo gelo.

Se coltivassi ortensie, quale colore avresti più probabilità di perseguire?

  • Neutro / viola. Le ortensie sono la striscia del pH naturale. Questo dimostra che il mio suolo è ricco di minerali e va bene nel mio libro.
  • Blu. Alcalino esiste già nel terreno, quindi perché non aggiungerne altro? È un passo più difficile che lasciarlo in folle, ma nulla viene eliminato.
  • Rosa. È un po 'più difficile e potrebbe richiedere più tempo. Ma sto bene aspettando qualche anno per perfezionare la composizione del pH del mio terreno.
  • Rosso, sono un duro morire.


Lasciare Un Commento