Giardinaggio Domande Trovano Risposta Da Giardinieri Esperti

Come coltivare i fiori di gelsomino

Quando si tratta di fragranza, pochi fiori possono superare lo straordinario profumo che emana dal fiore di gelsomino, che appartiene alla famiglia delle olive. La fragranza attraente è così forte che una pianta di gelsomino matura potrebbe permeare un intero cortile con il suo aroma gradevole.

La maggior parte del gelsomino cresce molto rapidamente, con la maggior parte arrampicata su viti, anche se alcuni di loro sono più di un cespuglio e possono essere potati per mantenere quella forma e dimensione. Esiste una grande varietà di gelsomini che non solo hanno forme diverse, ma possono anche essere sempreverdi o decidui.

Ciò significa che non tutti i gelsomini sono creati uguali e dovresti fare una piccola ricerca prima di acquisire alcune piante da posizionare nel terreno per essere sicuro che soddisfino le tue aspettative.

Questa guida ti fornirà le informazioni necessarie per differenziare le diverse varietà, oltre a come coltivare e prendersi cura di questa meravigliosa pianta.

Non tutte le piante di gelsomino sono create uguali e dovresti fare una piccola ricerca prima di acquisire alcune piante da posizionare nel terreno per essere sicuro che soddisfino le tue aspettative.

Non tutte le piante di gelsomino sono create uguali e dovresti fare una piccola ricerca prima di acquisire alcune piante da posizionare nel terreno per essere sicuro che soddisfino le tue aspettative.

Varietà di gelsomino

È interessante notare che il gelsomino stellato (Trachelospermum jasminoides) non è in realtà un gelsomino nel senso di far parte della famiglia delle olive, ma piuttosto fa parte della famiglia delle alghe. I metodi di propagazione, tuttavia, sono praticamente gli stessi per entrambi i gruppi.

Le piante di gelsomino nella famiglia degli ulivi - che è l'argomento principale di questo articolo - sono circa 200. Crescono meglio nelle zone USDA 8–10, anche se un certo numero di giardinieri riporta alcune eccezioni a questa regola in altre parti degli Stati Uniti un po 'a nord di quelle zone. Ad esempio, alcune varietà di gelsomino possono crescere anche nelle zone 6-7.

I colori dei fiori sono principalmente bianchi, ma arrivano anche in giallo e, in misura minore, in rosa.

Dove piantare il gelsomino

Essendo favorevole ai climi più caldi, i gelsomini amano il sole ed è meglio piantarli dove riceveranno il sole pieno. Nelle regioni desertiche, possono tollerare un po 'd'ombra, ma nel complesso il sole pieno è la strada da percorrere per ottenere i migliori risultati.

Faresti anche bene a prenderti del tempo per guardare da vicino dove li pianterai. Viveranno e si diffonderanno, rendendo possibile che possano interferire con altre piante o elementi del tuo progetto paesaggistico.

Piantarne uno sotto o vicino a una finestra è un'ottima idea. Amano quella luce riflessiva e ti offriranno fantastici profumi, riempiendo la tua casa di straordinari profumi.

Per quanto riguarda i tipi di terreno, possono crescere in quasi tutti i tipi di terreno, dal sabbioso all'argilla. Puoi sempre modificare il terreno per possibili risultati migliori, ma può fare bene ovunque lo posizioni (per quanto riguarda il suolo).

Come coltivare il gelsomino

Il primo passo è determinare se farai crescere il tuo gelsomino come pianta da vinaccia verticale o come un cespuglio che continuerai a potare per mantenere la sua forma. In altre parole, sapere se la crescita della pianta sarà orizzontale o su un traliccio di qualche tipo, poiché ciò determinerà la spaziatura.

Se hai intenzione di permettergli di diffondersi sul terreno, avrai bisogno di circa 8 piedi tra le piante. Potrebbe sembrare troppo, ma a loro piace davvero estendere molto, e vorrai permetterlo quando lo pianterai.

Dal momento che crescono piuttosto rapidamente, non ci vorrà molto per riempire lo spazio vuoto. Puoi pacciamare l'area aperta fino a quando la pianta non cresce se vuoi.

Jasmine Care

Anche se il gelsomino prospera nei climi caldi, non sono il tipo di pianta a cui piace andare senza acqua. Il gelsomino deve essere tenuto sempre umido, anche se non inzuppato.

Ciò può significare un buon drink su base giornaliera, a seconda del tempo e del periodo dell'anno.

Durante la stagione invernale, quando la pianta rallenta il suo modello di crescita, è necessario ridurre l'irrigazione. Tuttavia, la pianta deve essere controllata occasionalmente per essere sicuri che non si stia completamente seccando.

Il gelsomino pacciamante, sia in inverno che in estate, aiuta a gestire meglio l'umidità.

Trapianto di gelsomino dai contenitori

Una volta che hai messo in atto la tua strategia di abbellimento del gelsomino, è il momento di preparare i luoghi in cui vuoi posizionare le piante in vaso che hai acquisito.

Prima di rimuovere le tue piante, scava i buchi in cui li posizionerai. Qui vuoi scavare il buco circa il doppio della larghezza del vaso, mentre scavi il buco un po 'più profondo della pianta in vaso. Vuoi lasciare una piccola stanza per mettere del terreno sopra.

Dopo che il foro è stato scavato, controllare i lati per vedere se sono duri e lisci dalla pala. Supponendo che lo siano, colpire leggermente il bordo della pala sui lati per fornire luoghi in cui le radici della pianta possano penetrare facilmente nel muro del suolo.

Posizionare Jasmine nel suolo

Dopo aver accuratamente rimosso il gelsomino dalla pentola, che può essere facilmente fatto picchiettando leggermente i lati per allentarlo, prendi la pianta e posizionala nel mezzo del buco.

In questo momento, vedi se la zolla è posizionata un po 'sotto il livello del suolo, o almeno a livello con essa. Usa la tua cazzuola per scavare o mettere nel foro tutte le regolazioni del terreno necessarie per allinearlo correttamente al livello del suolo. Ancora una volta, un po 'sotto è l'ideale, anche se puoi facilmente aggiungere terreno alla cima della zolla se è seduto a livello del suolo. Non farà male se è un po 'sopra la superficie. Non lasciare che sia troppo in basso, o potrebbe soffocare la pianta.

Va bene che il terreno aggiunto sia sopra il livello della superficie, ma la zolla non dovrebbe esserlo. Un po 'sotto o a livello con la superficie del terreno è l'ideale per la pianta.

Ora riempi il buco intorno alla pianta al livello 3/4. Premere sul terreno per riempire le sacche d'aria, quindi annaffiarlo per completare il lavoro.

Dopo aver scaricato l'acqua, completare il lavoro di riempimento del resto del foro che circonda la pianta. Acqua di nuovo.

Una volta che l'acqua viene assorbita in questa fase, se si deposita troppo dove è esposta la zolla radice, aggiungi più terreno fino a quando non è saldamente nascosto sotto di essa e la pianta relativamente a livello del terreno.

Il periodo migliore per trapiantare il gelsomino dai contenitori a terra è nella stagione autunnale.

Trapianto di gelsomino esterno esistente

  1. Assicurati che la pianta abbia finito di fiorire in autunno prima di iniziare i tuoi sforzi di trapianto. Se hai del gelsomino nel terreno con cui vuoi cambiare posizione, prepara una buca prima di iniziare a scavare la pianta.
  2. Una volta che il foro è pronto per il trapianto, bagnare il terreno intorno alla pianta esistente per prepararlo alla rimozione, inumidire e allentare le radici.
  3. Scava il più lontano possibile dalla zolla per non danneggiare le radici. Potrebbe essere necessario ulteriore aiuto se è grande e pesante.
  4. Una volta che è fuori dal terreno, porta immediatamente la pianta nel nuovo buco e fai gli stessi passaggi sopra menzionati per il trapianto di gelsomino in vaso.

Supporti al gelsomino

Se stai coltivando il gelsomino in verticale, allora è indispensabile fornire supporto alle piante.

Il modo migliore per farlo è legare liberamente le viti della pianta a un traliccio o qualsiasi sistema di supporto che stai utilizzando. Devi solo farlo mentre la pianta cresce.

Dopo il primo pareggio, da allora in poi vorrai legare la pianta di gelsomino ogni 10 pollici circa. Le viti di gelsomino possono crescere fino a 10 piedi e, con alcune varietà, anche di più.

Perché dovresti potare la tua pianta

Esistono tre motivi fondamentali per potare il gelsomino, poiché continueranno a crescere indipendentemente dal fatto che tu li pota o meno.

  • Uno dei motivi è far sì che la pianta produca più di quei fiori profumati, cosa che la potatura aiuta a fare la pianta.
  • In secondo luogo, le grandi dimensioni della pianta possono dare un aspetto disordinato, risultando in una massa di fogliame che puoi facilmente perdere il controllo. La potatura indietro aiuta a mantenerlo un po 'ben fatto e più facile per gli occhi, pur mantenendo il suo profumo meraviglioso.
  • Infine, il tuo gelsomino potrebbe avere delle viti morte o danneggiate e rimuoverle farà apparire la pianta migliore e incoraggerà anche una nuova crescita.

Come potare le piante di gelsomino

Per le piante di gelsomino esistenti, è meglio potarle una volta che i fiori primaverili sono sbiaditi. Il motivo per cui i fiori del gelsomino sbocciano sulla crescita dell'anno precedente. I germogli della pianta che crescono dopo la fioritura dei fiori sono inclusi in questo.

Quello che dovresti fare è tagliare le punte di quei germogli per aiutare la pianta a crescere in orizzontale, il che produrrà più fiori sulla pianta.

Per coloro che desiderano avere un aspetto più arbustivo per il tuo gelsomino, le viti o i germogli verticali dovrebbero essere potati anche ai fini della crescita orizzontale. Tagliarli indietro di circa un terzo è una buona linea guida da seguire.

Inoltre, osserva attentamente il tuo traliccio o il tuo sistema di supporto se stai crescendo il gelsomino in verticale, poiché le viti potrebbero diventare troppo pesanti per i legami di supporto in atto. Per aiutarlo, tagliare gli steli della vite a circa un terzo dalla base. Puoi anche tagliare tutte le viti per generare la migliore crescita possibile in alternativa.

Per viti o legno danneggiati o morti, pota la pianta proprio sopra un germoglio che sta crescendo (il legno morto o danneggiato è sopra di esso). Inclinare il taglio lontano dal bocciolo e tagliare con un movimento verso il basso.

Il gelsomino cresciuto in un contenitore non dovrebbe essere potato nel primo anno, per quanto riguarda le viti, ma lo stelo di base può essere potato per generare una crescita orizzontale.

Come propagare il gelsomino dalle talee

L'avvio del gelsomino viene solitamente eseguito da piante contenitore che vengono acquisite da un vivaio. Ma se ne hai già alcuni, puoi facilmente prendere alcune talee e moltiplicare il tuo gelsomino se lo desideri.

Il primo passo è prendere i tagli che includono almeno tre nodi. Un nodo indica un luogo in cui le foglie escono dallo stelo. Questi punti particolari sono importanti, perché è qui che si svilupperà il sistema di radici.

Taglia proprio sotto questo gruppo di nodi per ottenere il tuo taglio. Quindi togli tutte le foglie dai due terzi inferiori del taglio.

Non confonderti qui. Lo scopo di identificare cosa sia un nodo in relazione alle foglie è solo questo: come sai cosa sono e dove tagliare. L'apparato radicale non dipende dalle foglie rimaste sulla vite per crescere una volta ottenuto il taglio.

Ora, se rimangono dei fiori sul taglio, sbarazzati anche di loro. Quando è tutto completato, immergi la parte del gelsomino che tagli in un ormone radicante.

Piantare talee

Qualunque sia il tipo di contenitore che scegli di utilizzare, che dipende da quanti gelsomini vuoi coltivare, riempilo di muschio di torba e bagnalo. Vuoi che abbia la sensazione di una spugna una volta che la strizzi. Fatto ciò, le talee sono pronte per essere piantate nel contenitore.

Inserisci il tuo gelsomino tagliando circa a metà nella cella o nel contenitore preparato per la pianta. Mantenere l'umidità allo stesso livello di cui sopra.

Se hai molte talee, un appartamento per piantine funziona alla grande. Metterli in un sacchetto di plastica per i migliori risultati. Questo vale per qualsiasi tipo di contenitore o vassoio che è possibile utilizzare.

Posizionare il contenitore o il vassoio in un luogo che diventa leggero, ma non diretto al sole. Se lo posizioni all'aperto, un posto ombreggiato funzionerà bene, poiché otterrà luce indiretta senza il sole caldo.

Una volta che le radici iniziano a formarsi, rimuovi il sacchetto mentre permetti alle radici di continuare a crescere. Saprai che è tempo di rimuovere le talee e piantarle quando il vassoio o il contenitore è pieno di radici.

Se sei pronto a piantarli, induriscili all'ombra nelle ore del giorno per circa una settimana prima di metterli nel terreno.

Crescere gelsomino al chiuso

Voglio iniziare subito distruggendo la disinformazione sulla crescita del gelsomino in casa: hai bisogno di una temperatura tra i 50–60° F, non di qualcosa di più caldo. Molti di quelli che offrono consigli indoor per il gelsomino affermano che deve essere più caldo di così, ma semplicemente non è vero.

Le temperature più calde non danneggeranno di per sé la pianta. Ma quello che fa è fermare la fioritura della pianta. Coltiverà fogliame ma nient'altro a temperature più elevate di quelle sopra menzionate.

Dopo tutto, chi vuole il gelsomino senza la splendida fragranza che accompagna la pianta? Tieni le piante in una stanza alle temperature sopra menzionate se vuoi fioriture e un profumo fantastico nella tua casa.

Detto questo, una volta terminata la stagione di fioritura, puoi spostare la pianta in una stanza a temperature normali.

Prendersi cura di gelsomino al coperto

Durante la stagione di fioritura, il gelsomino non dovrebbe essere posto al sole diretto, ma in una stanza con sole indiretto. Questo perché il terreno si asciugherà troppo rapidamente, influenzando la qualità e la quantità di fiori che sbocciano al chiuso.

Durante la bassa stagione di fioritura, la pianta può prendere tutto il sole che puoi dargli.

Innaffia il tuo gelsomino indoor ogni volta che il terreno si sente asciutto quando lo tocchi. Attacca il dito nel terreno, fino a circa mezzo pollice sotto la linea del suolo. Se è asciutto al tatto a quel livello, dovresti innaffiare la pianta.

Inoltre, fai attenzione a non posizionare il gelsomino vicino a un radiatore o uno sfiato, poiché asciugheranno rapidamente la pianta.

Se hai problemi con l'aria secca, posiziona un umidificatore nella stanza o prendi un vassoio per posizionare la pentola, riempito con ghiaia o piccole rocce e acqua per aiutare la pianta a trattenere l'umidità più a lungo. Ricorda, al gelsomino piace essere umidi ma non molliccie. Quindi fai attenzione a non esagerare con l'acqua.

Fertilizzante gelsomino indoor

A Jasmine piace una dose extra di fosforo per i fiori. Quindi includilo come il più forte dei tuoi macronutrienti quando scegli un fertilizzante. Ma tieni presente che, indipendentemente dal fertilizzante, il gelsomino dovrebbe assumere solo circa la metà della dose consigliata.

Il momento migliore per fertilizzare il gelsomino è probabilmente il giorno dopo averli annaffiati. Non concimare se la pianta è secca. Innaffia prima e concimi il giorno successivo.

Quando la pianta è inattiva, dovresti anche evitare di concimarla.

Coltiva meravigliosi fiori di gelsomino all'interno o all'esterno

Il gelsomino è una specie di fiore che vale sicuramente la pena coltivare, poiché è buono come lo è per coloro che desiderano una bella fragranza che permea il loro giardino, cortile e casa.

Seguendo questi suggerimenti, dovresti essere in grado di coltivare meravigliosi gelsomini al chiuso o all'aperto, godendoti le magnifiche fioriture e i profumi.

Assicurati di fare una piccola ricerca sul tuo gelsomino preferito, poiché in alcuni casi rispondono in modo leggermente diverso e devi saperlo per soddisfare e soddisfare le tue aspettative.

Oltre a questo, è molto facile coltivare questa straordinaria pianta e raccogliere i frutti che offrono i fantastici gelsomini.

Questo contenuto è accurato e fedele al meglio delle conoscenze dell'autore e non intende sostituire la consulenza formale e personalizzata di un professionista qualificato.


Lasciare Un Commento